La Campania alla 75° edizione della Mostra del Cinema di Venezia: nove i titoli in gara, quattro sono i film realizzati con la partnership della Regione Campania, che dimostra così il suo impegno per lo sviluppo e il rilancio del nostro settore cinematografico. 

A Venezia è nuovamente protagonista il cinema ‘made in Campania’, nove i titoli in gara alla 75° edizione del Festival Internazionale del Cinema, in programma fino al prossimo 8 settembre.

Quattro sono i film realizzati con la collaborazione della Regione Campania – nell’ambito delle azioni previste dalla Legge regionale 30/2016 – che riprova così la sua notevole dedizione per lo sviluppo e il rilancio del settore cinematografico in Campania: “L’amica geniale – Neapolitan Novels” (regia Saverio Costanzo – produzione HBO, Rai Fiction, Tim Vision, Wildside Umedia); “Il Teatro al lavoro” (regia Massimiliano Pacifico – produzione Teatri Uniti nell’ambito della Mostra 1987/2017 Trent’Anni Uniti, promossa dalla Regione Campania e realizzata da Scabec); “Un giorno all’improvviso” (regia di Ciro D’Emilio, prodotto da Lungta Film e Rai Cinema); “Capri-Revolution” (regia Mario Martone – prodotto da Indigo Film, Pathé Pictures, Rai Cinema).

Domani, 3 settembre alle ore 10,30, presso lo Spazio Incontri “Venice Production Bridge” del Grand Hotel Excelsior di Lido di Venezia, avrà luogo la conferenza stampa della Regione Campania per esporre i numeri e gli esiti delle iniziative intraprese per favorire il comparto cinematografico in Campania. Prenderanno la parola il Presidente Vincenzo De Luca, il consigliere alla Cultura Patrizia Boldoni,il Direttore Generale per le Politiche culturali Rosanna Romano, il Presidente di Film Commission Campania Titta Fiore e il direttore Maurizio Gemma. Ospite d’eccezione Toni Servillo, protagonista del docufilm“Il teatro al lavoro”.

Durante il meeting saranno svelati in anteprima 3 minuti di backstage della serie TV “L’amica geniale”, all’indomani della proiezione dell’anteprima delle prime due puntate in programma a partire da questa sera.

 

Laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con una tesi in Storia Moderna dal titolo RITRATTO O MODELLO DELLE GRANDEZZE, DELIZIE E MERAVIGLIE DELLA CITTA’ DI NAPOLI del marchese Giovan Battista Del Tufo(1588)’ (Relatrice la prof.ssa Marcella Campanelli). Laureato in Scienze Storiche, curriculum moderno e contemporaneo, con una tesi in storia moderna seguita dal prof. Giovanni Romeo, dal titolo ‘Le denunce di adescamento in confessione a Napoli tra Sei e Settecento’. Amante della musica, suono la chitarra, scrivo e musico canzoni. Con le mie parole e la mia cultura spero di dare voce all’anima candida di questa terra.

Un pensiero riguardo “Il cinema campano al Festival di Venezia

Commenta