Greci, borgo medievale di origine greca, nel cuore della Valle del Cervaro deve la sua peculiare identità ad un fenomeno di commistione con la cultura albanese iniziato a metà del ‘400, e ancora oggi vivissimo. Al tempo delle lotte tra Angioini e Aragonesi, qui si stabilirono i vittoriosi soldati albanesi giunti al seguito del loro eroe nazionale, il generale Skanderbeg. Gli usi e i costumi di questo antico popolo sono ancora oggi intatti e Greci risulta essere l’unico comune della Campania ad ospitare una minoranza etno-linguistica albonofona: la comunità arbëreshë. Fiore all’occhiello del borgo è il PLEAG, Museo Archeologico che conserva le testimonianze dell’Età del Ferro, e offre la possibilità di partecipare a numerose attività didattiche.

 

 

Commenta