Si presenta, giovedì 31 agosto, ore 11.00, circolo della stampa di Avellino: Il contatore delle idee, una delle iniziative dell’Associazione Ossigeno.

Se hai un’idea, una proposta, un suggerimento per migliorare la città di Avellino, non aspettare oltre ed inviacela. È semplicissimo. Vai sul nostro sito, compila il form nella sezione Contatore delle Idee, allega eventuali foto/video o altre info utili e inviacela. Il nostro compito è contribuire al dibattito pubblico sul futuro della città anche grazie ad una serie di spunti interessanti per rigenerare, rinnovare, cambiare Avellino. E ricorda. Una sola buona idea già vale tanto. Molte buone idee possono fare la rivoluzione.

Così l’associazione Ossigeno sul suo sito web presenta l’iniziativa Il contatore delle idee. Un progetto nato per dare ai cittadini uno spazio di iniziativa diretta, un modo per far sentire la propria voce al di là delle istituzioni politiche e dei labirinti burocratici.

Avellino è ferma, bloccata su grandi problemi che da anni non trovano soluzione. Ed intanto la qualità della vita è pessima, i servizi non funzionano, la città non evolve. Con questo progetto dell’Associazione Ossigeno puntiamo sulla forza delle idee per generare piccoli ma significativi cambiamenti, soluzioni in grado di migliorare il quotidiano, il decoro, la funzionalità di una città ancora in gravissima crisi” spiega Luca Cipriano che presenterà, con i soci ed i cittadini che hanno già aderito al progetto, le prime 50 idee raccolte in questi mesi.

A due mesi dalla presentazione del progetto, l’Associazione (che raccoglie quasi 400 cittadini avellinesi) presenta le prime 50 idee proposte direttamente da soci e cittadini. Le idee sono state raccolte tramite il portale web di Ossigeno e i canali social dell’Associazione. Molte e diversificate le proposte pervenute, tutte di interesse ed in grado di generare cambiamenti concreti nella qualità della vita ad Avellino. 

Ripartire dalle idee per cambiare e migliorare Avellino. Utilizzare la spinta dell’innovazione, del web e dei social, per una stagione di progetti, utili a rendere più funzionale la città. Fermare le polemiche e rilanciare le proposte, nello spirito di offrire all’opinione pubblica piccole e grandi soluzioni, molte realizzabili con poco impegno di tempo e di denaro.

Ecco cosa possono fare le associazioni, ecco il potere del cittadino, del singolo e della comunità di fronte all’inefficienza e all’immobilismo. Non diventare parte del circolo vizioso fatto di silenzio e di “mani lavate”, ma mettersi in gioco, anche solo con un’idea.

 

Sergio Mario Ottaiano, classe '93, Dottore in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia Federico II di Napoli. Musicista, giornalista, scrittore, Social Media Manager, Digital PR e Copywriter. Presidente del giornale Terre di Campania. Collabora per Music Coast To Coast, Fumettologica, BeQuietNight e MusicRaiser. Ha pubblicato svariati racconti e poesie in diverse antologie; pubblica con Genesi Editrice il romanzo dal titolo "Un'Ucronìa" Il 1/4/2014; pubblica con Rudis Edizione il saggio dal titolo "Che lingua parla il comics?" il 23/1/17.

Commenta