Raffaele Fortunato, nato l’8/3/1921 a San Mango Piemonte (SA), piccolo paese a 20 minuti da Salerno. Da ragazzo ha frequentato il conservatorio di Napoli “San Pietro a Maiella” diplomandosi in canto lirico nella disciplina tenore e successivamente entra a far parte del coro del maestro Assante, suo insegnante.

Dal carattere allegro e scherzoso, la sua passione erano i libri e i quadri: ne ha collezionati più di tremila, preferendo, tra i primi, testi dedicati all’antica Napoli, e tra i secondi i quadri di Antonio Asturi. Col permesso della famiglia, noi di Terre di Campania, abbiamo deciso di mostrarvi e farvi leggere una delle sue poesie.

A Capri

A Capri.

Vado tra questi massi e queste rupi

dove, fra tante carne,

aulisce il fiore dell’asfodelo.

e dove sovente, al sol d’agosto, urlano i gabbiani

insieme a masse

di scatenati e folli

con assordante canglore.

Ma pure aleggia,

palpita e s’innalza, all’alba

e al vespro ancora;

nel tumultuoso rumore,

un richiamo d’amore.

Terre di Campania è un progetto in continua evoluzione che si occupa di promuovere il buono e il bello della regione Campania attraverso la conoscenza e la diffusione di bellezze paesaggistiche e artistiche, di bontà culinarie, della cultura, di news, di eventi e azioni mirate sul territorio.

Commenta