Domenica, poesia di Alessio Coletta, giovane amante della poesia beneventano trapiantato a Napoli

Alessio Coletta, nato il 24 aprile del 1997 a Benevento. Ha conseguito la maturità classica al Liceo Classico Pietro Giannone; attualmente studia e vive a Napoli, essendo iscritto all’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”, dove studia lingue e letterature comparate (inglese e giapponese). Da quando si è trasferito a Napoli, si è follemente innamorato della città, e dei suoi vicoli incantati. Ama la musica classica (suona il pianoforte per passione), la letteratura, e in particolare la poesia.

Domenica mattina

Senza il colore della rugiada,
senza il richiamo dell’allodola,
nulla avremmo più.
Le tue lacrime sono come rugiada.
Il mio pianto è come un verso.
Le nostre sinfonie si incrociarono,
e da allora
mai più hanno potuto dividersi.

Quando, tra la folla, nei miei mille pensieri
mi fermo improvvisamente, e osservo
la tua figura, immobile come la mia,
imprigionata nelle mie incertezze,
bramosa di ritornare a vivere,
proprio allora scappo, e corro, e piango
urlando. Non conscio dell’inutilità
dei miei lamenti, colmo di vuoto.

La vetrina al mio fianco si apre,
ed all’improvviso sento, e assaporo,
il profumo delle orchidee;
e mi assalgono le note variopinte delle viole.

Sei sempre tu, pur non volendo.
Sei tu, è a te che penso;
è per te che piango, sono tue le mani
che più desidero.
E nella fresca e gelida aria
di una mattina di primavera,
le mie lacrime continuano a scorrere,
31senza riuscirsi a fermare.

 

 

 

 

 

Terre di Campania è un progetto in continua evoluzione che si occupa di promuovere il buono e il bello della regione Campania attraverso la conoscenza e la diffusione di bellezze paesaggistiche e artistiche, di bontà culinarie, della cultura, di news, di eventi e azioni mirate sul territorio.

Commenta