Una galleria fotografica del progetto di Zaha Hadid: la stazione Tav di Afragola

Un anno dopo l’inaugurazione della Stazione Marittima di Salerno, un’altra grande opera di Zaha Hadid Architects per la Campania.

La stazione AV di Napoli – Afragola è il risultato di uno dei concorsi internazionali di progettazione del gruppo FS italiane. È stata concepita come un ponte sinuoso che sovrasta i binari e si incurva alle due stremità assumendo la forma di una S rovesciata, una visione architettonica dinamica che, come sempre, caratterizza i lavori di Zaha Hadid. L’architetto ha dichiarato:

Un fiume che ha scavato il suo letto attraverso la solida roccia. Al centro scorre l’elemento dell’atrio con la sua fluida copertura vetrata. Entrambi i lati del canyon sono erosi dai flussi del traffico.

Questi i numeri:

  • Lunghezza circa 400 metri
  • Estensione di circa 30.000 metri quadrati
  • Altezza 170 metri
  • Costo superiore ai 60 milioni di Euro
  • Una vetrata principale di oltre 5000 metri quadrati ed ulteriori 6000 metri quadrati di vetrate, dipendenti dalla struttura portante in calcestruzzo e acciaio

L’edificio vero e proprio è incompleto e bisognerà aspettare il 2022, anno in cui saranno completate tutte le infrastrutture, per esprimere il giudizio finale: sarà davvero una cattedrale nel deserto?

 

Mi chiamo Mariano De Angelis, ho 24 anni e sono laureato in Design della Comunicazione presso il Politecnico di Milano. Sono un fotografo professionista specializzato in fotografia di architettura e documentaria e ultimamente sto realizzando reportage fotografici sul patrimonio artistico e paesaggistico della Campania.

Commenta