Bagni della regina Giovanna è il nome di uno spettacolo naturale racchiuso tra la spiaggia rocciosa e le scogliere calcaree di Sorrento. È una affascinante conca incontaminata, degna di una regina.

Sorrento è sempre stata meta ambita di un turismo esclusivo. Ma questo è un luogo  particolare, poiché testimonia quanto la penisola fin dall’ antichità fosse prescelta come luogo di vacanza.  Il nome “Bagni della regina Giovanna”,  secondo la leggenda, è dovuto proprio alla Regina Giovanna D’Angiò, sovrana di Napoli. Pare che tra il 1371 ed il 1435, spesso la Regina si recava in villeggiatura in questo luogo. La Sovrana, nota per i suoi atteggiamenti scandalosi, si intratteneva qui con i guagliune, i suoi giovani amanti. C’è una villa romana risalente al I secolo il cui nome era “Villa Pollio Felice”. Ma oltre la storia c’è il mare, c’è la bellezza, gli scogli, le conche e le grotte.

I Bagni della regina Giovanna è questo: bellezza incontaminata e tranquillità assoluta. Ci si può godere lo spettacolo naturale stando in tranquillità è un luogo frequentato ma lontano dalla calca di ragazzi rumorosi che spesso fanno da sottofondo nei numerosi lidi.

In questi mesi di caldo i Bagni della Regina Giovanna è l’ideale il luogo ideale. Con un tuffo ci si sente rigenerati e poi nuotando sotto l’arco in pietra si ammira uno spettacolo unico: il golfo di Napoli che ti guarda e ti abbraccia.

Il sito è raggiungibile in autobus dalla stazione della circumvesuviana di Sorrento e in auto partendo da Sorrento. Si prosegue in direzione Massa Lubrense, lungo via Capo, fino ad arrivare al Capo di Sorrento.

I Bagni della Regina Giovanna inoltre possono essere ammirati anche da mare basta prendere un aliscafo che da Marina piccola di Sorrento porta a Capri.30

Commenta