Le foto di Giuseppe Ottaiano descrivono lo splendore di Calitri

Calitri è un comune italiano di quasi 5000 abitanti sito nella provincia di Avellino lungo le rive del fiume Ofanto. Le prime tracce del comune risalgono al neolitico, infatti nelle zone limitrofe sono stati ritrovati diversi utensili in selce levigata conservati presso il Museo Irpino di Avellino.

Calitri è un borgo dal fascino irresistibile dove la bellezza dei fabbricati moderni si mescola perfettamente allo stile rupestre delle abitazioni di più vecchia data. Numerosissimi sono gli edifici religiosi, quasi tutti visitabili, di grande pregio come: la Chiesa del Calvario, la Chiesa di Sant’Antuono, la Chiesa di Santa Lucia.

L’esistenza del Castello di Calitri, è accertata intorno al tredicesimo secolo. Attualmente l’intera zona del borgo in cui si trova anche il castello è in fase di restauro e ricostruzione; i lavori vanno avanti dagli anni ’90 e infatti, alcuni ambienti sono già fruibili.

Da segnalare inoltre è il Museo Della Ceramica.

Nel borgo di Calitri è possibile degustare ottimi salumi e formaggi tipici, conservati seguendo ancora il metodo tradizionale dell’immagazzinamento in grotta.

Calitri, per la sua posizione, è facilmente raggiungibile da ogni centro dell’Italia meridionale, essendo situata alla confluenza di tre provincie: Foggia, Potenza ed Avellino, su di un colle che guarda la valle dell’Ofanto.

Per chi viaggia in auto, il Comune è raggiungibile da ogni direzione per mezzo di una fitta rete di strade:

– Accessi: S.S. 399 – S.S. 401 Ofantina – S.S. 303

– Autostrada A16 Napoli-Bari: uscita al casello di Lacedonia o al casello di Candela

– Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria: uscita al casello di Contursi

Un efficiente servizio di autolinee, locali e non, garantisce il collegamento di Calitri con Avellino, Napoli ed altri centri della penisola italiana.

Commenta