Ai piedi dei monti Picentini, in provincia di Avellino, è ubicata la fattoria Rosabella, il bioparco per le famiglie.

La fattoria Rosabella è il luogo ideale dove spendere la classica “gita fuori porta”. Si trova a Montella, paese irpino, e ci si arriva agevolmente in macchina in poco tempo. Ad accogliere le persone, c’è soprattutto tanta natura, verde, incontaminata e lambita dalle fresche acque del fiume Calore. 

La fattoria è un bioparco. Dieci abbondanti ettari a vostra disposizione. Dal 24 marzo 2018 è aperto tutti i giorni e vale la pena di essere visitato in quanto offre l’occasione per riossigenare mente e corpo, magari dopo una stressante settimana di lavoro.  Qui, le occasioni per rilassarsi sono molteplici. C’è l’aria pic-nic, attrezzata con tavoli, panche in legno, bagni, acqua potabile e lo spazio è delineato da sentieri in brecciolino, costeggiati dalla fresca ombra degli alberi. Prima di allietare la pancia, però, è consigliabile sdraiarsi sulle amache poste vicino al fiume e godere del solarium naturale per prendere un po’ di colore.   Gli altri servizi offerti dal bioparco sono il grill, il servizio ausilio per il trasporto di borse e materiali, le escursioni libere attraverso sentieri organizzati nel bioparco, le spiaggette e sicuramente, si troverà qualcosa d’interessante all’interno dello spaccio agricolo, aperto ogni giorno e fornito di acqua, vino, prodotti caseari, insaccati artigianali e ortaggi buoni per preparare, anche al momento, insalate e altri contorni. Si usano esclusivamente stoviglie biodegradabili.

Da Rosabella la natura incontaminata si mostra in varie sfaccettature, ma l’attrattiva maggiore del bioparco, è senz’altro la cascata della Maronella. Vi si può arrivare attraverso le escursioni di percorso libero, sono circa dieci minuti di cammino e lo spettacolo non ha prezzo; mentre ha un piccolo costo la possibilità di attraversare “lo ponte dello Chianeddro” della durata di circa 60-90 minuti con guida preparata al costo di 2,00 euro a persona ed è consentito solo a comitive di almeno venti persone.

Buona anche l’iniziativa della fattoria didattica, a soli 2,00 euro per bambino, ed è prevista nel pomeriggio di ogni fine settimana con previa prenotazione. In questo caso, si possono fare: giri sul pony, assistere alla mungitura a mano delle mucche, visitare la stalla, ascoltare le descrizioni di lavorazione in agricoltura e addirittura, si può fare l’esperienza della cerca dello “Scorzone”, il tartufo nero di Montella, grazie all’aiuto di cani addestrati e poi, tante altre attività tutte all’insegna del contatto diretto con la natura.

L’ingresso al bioparco prevede un ticket, che nei giorni feriali è di 6,00 euro a persona e 4,00 euro per i bambini dai tre ai sei anni; mentre nei giorni festivi, compresa la domenica, il  costo è di 7,00 euro per gli adulti e 5,00 per i più piccini. Tutte le informazioni si possono comunque trovare sul sito.

Ormai è tempo di belle giornate. La fattoria Rosabella, a Montella, può essere una valida alternativa per trascorrere una giornata diversa.

Zaira Varallo, irpina DOC, ha conseguito la maturità scientifica per poi studiare Psicologia e diventare educatore. Scrivere è da sempre il suo ossigeno. Si interessa attivamente di poesia, cinema, arte; ha scritto diversi articoli giornalistici, pubblicati su “il Cassanese” e sul “Quotidiano del Sud” ( Edizione Irpinia). Alcune sue poesie sono state raccolte nella collana “Impronte” e nell’ antologia “Il Federiciano”. Nel Dicembre 2014 e in quello 2016 é stata premiata al Campidoglio, in Roma, II classificata nel Concorso Internazionale d’ Arte e Cultura dell’ Accademia G.G. Belli , nella sezione articolo giornalistico. Nel giugno successivo è stata premiata con menzione di merito al concorso internazionale di poesia Madre Claudia Russo. Importante esperienza è stata intervistare l’ attrice hollywoodiana Maria Elena Bello . Lo scorso agosto, si è classificata terza nel Premio letterario “ versi sotto gli irmici” a Piaggine ( SA); poi un’altra menzione d’ onore nel premio letterario “ Ex allievi di Don Orione” ( Macerata) ed a Ottobre risulta tra i finalisti in “emozioni di carta in bianco e nero”, Poggio Imperiale ( Foggia). Il 2017 si apre con una menzione d’ onore nel premio letterario “ Il Canto delle Muse” , Bellizzi (SA). Naturalista convinta. Con la penna riporta sul foglio tutte le sfumature dell’ essere che nella vita s’incontrano.

Commenta