Il Giardino Segreto di Airola è un parco straordinario, tra i più interessanti d’Italia, incastonato nel cuore della Campania.

I giardini sono una delle forme dei sogni, come la poesia, la musica e l’algebra”.

In effetti è così. Alcuni di essi sono angoli di Paradiso sulla Terra. E una piccola incantevole oasi è il Giardino Segreto di Airola. Un parco dove proliferano oltre 16.000 specie di piante 300 animali provenienti da ogni parte del mondo.

Questo angolo di meravigliosa natura da sogno è una realtà scaturita dal desiderio del proprietario, Arch. Giuseppe Ianniello, di voler riportare nei suoi possedimenti tutte quelle piante e quegli animali che aveva avuto modo di ammirare nel corso dei tanti, innumerevoli viaggi per il mondo.

Il progetto del Giardino Segreto di Airola è cresciuto negli anni e si è talmente ampliato che ora è diventato a tutti gli effetti un grande parco didattico, dove tante scolaresche e semplici viaggiatori o curiosi possono visitare e spendere una giornata all’insegna del verde e dell’armoniosa convivenza di tante specie diverse di animali e piante.

La peculiarità più importante di questo “giardino” è che rappresenta un percorso in divenire che si dipana in 7 diverse ambientazioni. Si passa dal tema giapponese all’australiano, passando per l’inglese, il mediterraneo, il secco, il tropicale e il cinese. In un solo luogo sono riuniti tutti gli stili e le atmosfere dei paesaggi terrestri.

Questo parco è inoltre un angolo di paradiso anche per i bambini che qui hanno modo di vedere da vicino e magari fotografare tante specie animali che vivendo in città, o studiandole semplicemente sui libri, non hanno modo di conoscere dal vivo.

Visitare questo giardino è una scoperta. Un arricchimento per l’animo e per gli occhi. Un luogo bellissimo e lontano dai clamori del turismo di massa indirizzato solitamente a zone più conosciute della Campania. È nascosto nel cuore del Sannio. Circondato e protetto da zone di forte interesse turistico, come le Cantine Solopaca e il Museo Archeologico Nazionale del Sannio Caudino. In pochi minuti poi da qui si può arrivare inoltre al Museo Archeologico dell’Antica Nola, oppure l’Oasi WWf Montagna di Sopra, la Necropoli Monumentale di Abella e, il Parco Regionale del Taburno. Insomma, un tesoro nascosto da altri tesori.

Una delle cose più importanti che vivendo la Campania si deve sapere è che è ricca di preziosi paesaggi naturalistici e che, ne costituiscono la vera, grande ricchezza. Un patrimonio tutto da scoprire.

Zaira Varallo, irpina DOC, ha conseguito la maturità scientifica per poi studiare Psicologia e diventare educatore. Scrivere è da sempre il suo ossigeno. Si interessa attivamente di poesia, cinema, arte; ha scritto diversi articoli giornalistici, pubblicati su “il Cassanese” e sul “Quotidiano del Sud” ( Edizione Irpinia). Alcune sue poesie sono state raccolte nella collana “Impronte” e nell’ antologia “Il Federiciano”. Nel Dicembre 2014 e in quello 2016 é stata premiata al Campidoglio, in Roma, II classificata nel Concorso Internazionale d’ Arte e Cultura dell’ Accademia G.G. Belli , nella sezione articolo giornalistico. Nel giugno successivo è stata premiata con menzione di merito al concorso internazionale di poesia Madre Claudia Russo. Importante esperienza è stata intervistare l’ attrice hollywoodiana Maria Elena Bello . Lo scorso agosto, si è classificata terza nel Premio letterario “ versi sotto gli irmici” a Piaggine ( SA); poi un'altra menzione d’ onore nel premio letterario “ Ex allievi di Don Orione” ( Macerata) ed a Ottobre risulta tra i finalisti in “emozioni di carta in bianco e nero”, Poggio Imperiale ( Foggia). Il 2017 si apre con una menzione d’ onore nel premio letterario “ Il Canto delle Muse” , Bellizzi (SA). Naturalista convinta. Con la penna riporta sul foglio tutte le sfumature dell’ essere che nella vita s’incontrano.

Commenta