Jorit Agoch ci rallegra il cuore con il suo ultimo murales nella periferia partenopea. Il volto di Maradona donato dall’artista per  San Giovanni a Teduccio.

Jorit Agoch regala alla periferia di Napoli un volto noto al mondo intero e in particolar modo al Sud: Maradona.

Diego, genio e sregolatezza, si erge sulla palazzina di via Taverna del Ferro, tristemente conosciuta come Bronx. L’opera è autofinanziata, Jorit ammette che anche Hamsik da buon capitano ha partecipato al progetto.

Il piede d’oro mancino ha già riscosso enorme successo sul web ed è gettonatissimo sui social, ma non sono mancate le critiche all’opera.

Per noi, il murales, rappresenta soltanto un augurio pieno di speranza: che questo sia solo l’inizio per la completa riqualificazione della periferia napoletana.

Il ventre di Napoli freme di creatività.

 

 

 

Figlia e nipote di ferrovieri, nasco con la passione per le arti e con una curiosità viscerale del mondo, iscritta a Flickr per comunicare visivamente la mia tecnica fotografica nei miei viaggi, nel 2000 mi sono classificata al secondo posto nella sezione narrativa per il premio città di Salerno. Laureata in lettere moderne con indirizzo spettacolo nel 2007, ho lavorato nelle scuole superiori come docente di lettere e per un breve periodo come guida turistica. Contemporaneamente ho seguito vari corsi di scrittura creativa, editoria, grafica, fotografia digitale e reporter di pace. Attualmente sono iscritta al Circolo Letterario Anastasiano col quale partecipo a reading letterari e ho pubblicato per il Verso Verde una poesia dal titolo ''Residui d'Irpinia''. Ho collaborato con il giornale Dream Magazine come fotoreporter per la sezione artistica dedicata alla mostra SEVEN, svoltasi a villa Vannucchi nel 2011. Infine gestisco un blog personale che si interessa di sapori e folclore italiano e lavoro per l'amministrazione di uno studio contabile.

Un pensiero riguardo “Jorit Agoch e Diego Armando Maradona

Commenta