Un pane che rende unico il suo paese

Montecalvo Irpino è un piccolo paese di collina, che giace – quasi beatamente dimenticato dal mondo – fra la provincia di Avellino e quella di Benevento; oltre l’assoluta particolarità del posto dove il paese si trova, c’è qualcos’altro che rende Montecalvo Irpino un luogo unico: il suo pane.

La terra che circonda Montecalvo produce un’antica varietà di grano duro locale, che viene impastato in modo da dar vita ad un pane dalle caratteristiche rare e peculiari: una crosta molto spessa fuori, una mollica compatta (ma con la presenza di cavità che testimoniano la qualità del prodotto) dentro. L’impasto viene fatto seguendo le antichissime ricette di un tempo tramandate per generazioni, e viene preparato in contenitori di legno, unendo ad acqua e farina del lievito naturale ottenuto sempre dalla stessa pasta madre. Dopo una energica lavorazione a mano che forma bolle d’aria al suo interno, una prima lievitazione nel contenitore di legno, una divisione in panetti rotondi e una seconda lievitazione in un cesto di vimini, infine, il pane può venire finalmente cotto in forno a legna.

Oltre queste ferree regole di preparazione che garantiscono la qualità del prodotto, anche le origini degli ingredienti e dei mezzi usati sono fondamentali durante la preparazione: la farina è di grano saragolla – un grano duro di montagna – ed è una produzione esclusivamente locale; le macchine per la molinatura (ossia la frantumazione del grano) risalgono agli anni ’40 e non ne intaccano le proprietà nutritive; il lievito crescente è ricavato da una pasta madre conservata in un contenitore di terracotta; la lievitazione avviene in fazzoletti di cotone a loro volta posti in cestini di canna; e l’infornatura avviene con strumenti in legno, in un forno in laterizio locale a cupola schiacciata ed alimentato a legna leggera, solo se prima s’è incisa una croce sulla pagnotta da cuocere, in segno di devozione religiosa (…ed anche per far cuocere meglio il pane all’interno!)

Il pane di Montecalvo, oltre ad essere come il pane campano in generale, morbido, fragrante e profumato, ha una caratteristica che lo rende unico.

Conserva anche per una settimana intera la sua morbidezza, il suo sapore inconfondibile, a differenza delle altre varietà di pane che nel giro di qualche giorno diventano immangiabili per la durezza di mollica e scorza.

Tutte queste caratteristiche speciali hanno permesso al pane di Montecalvo di essere classificato come prodotto D.O.P. .Oltre a tale denominazione è stato dato al pane di Montecalvo anche un posto fra i prodotti tipici della regione Campania, mentre il paese stesso è diventato parte dell’Associazione Nazionale delle Città del Pane.

Dunque… che dire? Abbiamo speso parole, ma il sapore di un grande cibo non può essere descritto, va assaggiato. Allora il mio consiglio è di salire in macchina, allacciare la cintura e recarsi a Montecalvo, perdendosi con lo sguardo fra le terre che la circondano ed assaggiando personalmente il sapore del suo pane.

 

 

Un pensiero riguardo “Il pane di Montecalvo Irpino, un sapore unico

Commenta