Pietrarsa rappresenta un gioiello delle ferrovie italiane. Ripercorriamo assieme la sua storia, dalla nascita della Napoli- Portici al museo di locomotive.

Pietrarsa o pietra arsa dalla lava incandescente del Vesuvio, è l’unico museo di archeologia industriale presente in Italia. Nasce per volere di Ferdinando II di Borbone nel 1840 con la denominazione di Real Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive, un sito industriale atto a costruire locomotive a vapore con l’intenzione di rendere il Sud indipendente dal punto di vista tecnologico.

Nel corso degli anni molte persone illustri, tra cui lo zar di Russia Nicola I e papa Pio IX, hanno visitato il sito, impressionati dalla produttività della fabbrica. Il museo si trova in prossimità della stazione ferroviaria di Pietrarsa, tuttora funzionante,  e viene diviso in padiglioni A,B,C,D,E,F,G.

Il complesso A ospita molti treni storici tra cui la famosa locomotiva Bayard dedicata all’ingegnere che, progettandola, ha segnato la nascita delle Ferrovie italiane. Venne percorsa, infatti, in dieci minuti la strada ferrata tra Napoli e Portici. A bordo del convoglio ferroviario c’era Ferdinando II con famiglia a seguito.

Nei padiglioni B  e C sono conservate le carrozze e le automotrici, le locomotive diesel sono nel settore D, la sala Cinema si trova nel padiglione E, i macchinari vari racchiusi nella zona F e nel reparto G chiamato Cattedrale per l’imponente struttura ad arco a sesto acuto, tale padiglione, inoltre, proprio per la sua mole, raccoglie vari modelli di treni.

Oggi Pietrarsa non è solo un museo, piuttosto un’ottima location dove organizzare eventi.  Un esempio? Gli Stati generali del turismo (Matteo Renzi guest star della serata conclusiva), il Ballo delle Debuttanti e fiore all’occhiello ogni prima domenica del mese viene allestito il Pietrarsa Express dove poter viaggiare da Napoli a Pietrarsa in treni d’epoca.

Allora facciamoci un giro!

Come arrivare:

In treno

La stazione è Pietrarsa – S.Giorgio a Cremano. Da  Napoli Centrale, dirigersi alla stazione sotterranea di Napoli Piazza Garibaldi, linea 2.

In auto

Da Roma prendere A1 Roma Napoli: uscita Napoli Centro – Via marittima direzione Portici, alla fine di Via San Giovanni a Teduccio svoltare a destra in Traversa Pietrarsa.

Da Salerno, percorrendo l’autostrada A3: uscita Ercolano – Bellavista o S. Giorgio a Cremano: direzione Napoli.

In Autobus

Da Piazza Garibaldi autobus 254 e 256 direzione San Giorgio a Cremano.

 

Un pensiero riguardo “Pietrarsa: tra locomotive e vapori

Commenta