La Campania offre luoghi marittimi da sempre meta turistica, uno di questi è Vietri Sul Mare.

Sono stata in questo piccolo paradiso marittimo nel fine settimana, e i miei occhi si sono abituati frettolosamente alla bellezza del luogo. La città di Vietri Sul Mare è in provincia di Salerno e si trova all’inizio della Costiera Amalfitana; la sua zona Marina affaccia sul mare ed è situata alle pendici del centro della città.IMG-20160605-WA0009

Dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco dal 1997, Vietri, pur essendo piccola, offre chiese, monumenti storici, e paesaggi mozzafiato. Le chiese principali del luogo sono la Chiesa della Madonna dell’Arco, che può essere facilmente raggiunta anche grazie ai sentieri utilizzati in passato dalla popolazione di Vietri per sfuggire agli antichi attacchi dei Saraceni, la Chiesa Parrocchiale di Raito, e quella della Madonna delle Grazie.  Altri luoghi di interesse religioso sono senza dubbio  la Parrocchiale di San Giovanni Battista, e l’Arciconfraternita dell’Annunziata e del Rosario, entrambe decorate internamente da ceramiche. A tal proposito, la produzione della ceramica è una pratica secolare adoperata nel luogo di Vietri, lo si nota semplicemente osservando le stradine della città: ognuna di esse (ma anche i muri dei palazzi, le facciate delle case, le scale) è contornata dalla ceramica.

Proprio mentre osservavo la facciata, caratterizzata rigorosamente dalla ceramica, di uno dei luoghi in cui avviene la produzione della suddetta, un signore sulla quarantina mi ha raccontato una storia interessante.IMG-20160605-WA0014

Anzitutto, Vietri sul Mare è sempre stata caratterizzata dalla costruzione di qualsiasi tipo di oggetti con la ceramica, ma per quanto riguarda i primi anni del ‘900, la produzione non avveniva direttamente a Vietri. Il signore nomina infatti un tale Giovannino Procida, che fu uno dei primi a trattare il materiale nella città, nella quale tutti gli oggetti venivano solamente cotti, sotto il nome di “chiancolelle”, per poi essere decorati in Sicilia. Con il tempo, anche la decorazione fu fatta nel bel luogo marittimo, e, come possiamo notare, non ha più lasciato la città.

Una sorta di monumento alla ceramica ci è dato anche dal Palazzo della Ceramica Solimene, particolarissima costruzione trovatasi tra la Statale e l’inizio di Corso Umberto I. Il Palazzo è formato all’esterno da interi tubi cilindrici (in cotto) rossi e verdi. Per quanto riguarda i luoghi volti al semplice svago, la piazza offre diverse gelaterie, vera tipicità gastronomica del posto: non si può lasciare Vietri senza aver assaggiato un freschissimo cono.IMG-20160605-WA0008

Arrivare a Vietri, partendo da Salerno o dall’Autostrada A3, è in realtà piuttosto semplice, e per chiunque decida di trascorrere un fine settimana tranquillo, probabilmente Vietri sul Mare vi offrirà tutto ciò che vi occorre.

 

2 pensieri riguardo “Vietri sul Mare: piccolo paradiso marittimo

Commenta