22 marzo: Giornata Mondiale dell’Acqua. Campania Bellezza del Creato festeggia l’Acqua al Laboratorio culturale nel Santuario della Madonna dell’Arco di Sant’Anastasia

A partire dal 1993, a seguito della Conferenza di Rio de Janeiro, nel giugno del ‘92, si celebra ogni 22 marzo la Giornata Mondiale dell’Acqua. Tutti i Paesi che prendono parte all’Assemblea generale ONU, sono in questo giorno chiamati a riflettere sul tema, attraverso molteplici iniziative di sensibilizzazione e concreta promozione e salvaguardia dell’acqua, come elemento essenziale per lo sviluppo e la conservazione della vita sul nostro Pianeta.

Da anni, una serie di Organizzazioni non Governative si uniscono al dibattito dei Paesi dell’ONU per far fronte alle problematiche dell’acqua della contemporaneità, prima fra tutte l’internazionale Consiglio Mondiale sull’Acqua, con sede a Marsiglia, con l’intento di “promuovere consapevolezza, costruire impegno politico e dare impulso ad azioni relativamente ai problemi critici di tutti livelli inerenti all’acqua”.

 

Per il terzo anno consecutivo, Campania Bellezza del Creato accoglie questo invito, organizzando la Giornata Mondiale dell’Acqua 2022 presso il Laboratorio culturale nel Santuario della Madonna dell’Arco di Sant’Anastasia, di recente inaugurazione.

La Giornata Mondiale dell’Acqua di Campania Bellezza del Creato costituisce l’evento cardine del percorso divulgativo e formativo di Terra d’Acque: conoscere per custodire, il “capodanno” della catena di eventi ed azioni previste da tale progettualità.

Il racconto dell’acqua del prossimo 22 marzo, attraverso l’istallazione artistico-fotografica e vari punti informativi monotematici all’interno del Laboratorio Culturale, trae origine da una visione olistica della realtà, e dalla relativa consapevolezza della necessità di muoversi su differenti binari interconnessi per fronteggiare le criticità del nostro tempo.

Nutrita la partecipazione dei giovani all’evento: in particolare, si ringraziano gli studenti dell’IPSEOA “Ugo Tognazzi” di Pollena Trocchia per i servizi di accoglienza, gli studenti dell’Istituto Superiore “Bruno Munari” di Acerra per la loro musica, e i molti Istituti d’Arte del territorio, che con la loro creatività hanno arricchito notevolmente l’istallazione artistica “Gocce d’Acqua”:

Istituto Di Istruzione Superiore “Caravaggio” – San Gennaro Vesuviano – Na

Istituto Di Istruzione Superiore “Francesco Saverio Nitti” –  Portici – Na                        

Liceo Artistico Statale “Giorgio De Chirico” – Torre Annunziata – Na

Liceo Artistico Statale “Plinio Seniore” – Castellammare di Stabia – Na

Liceo Artistico Statale “Enrico Medi” – Cicciano – Na

Liceo Artistico “Francesco Grandi” – Sorrento – Na           

Istituto Superiore “B. Munari” – Acerra – Na         

Liceo Scientifico Statale “C. Colombo” – Marigliano – Na

Liceo Artistico Statale Di Napoli Santi Apostoli – Napoli  

Istituto Di Istruzione Superiore “Carafa Giustiniani” – Cerreto Sannita – BN

Isis “Ferraris-Buccini” – Marcianise – CE

I.S.I.S.S. “Righi Nervi Solimena” – Santa Maria Capua Vetere – CE

Istituto Istruzione Superiore “Alberto Galizia” Nocera Inferiore – Sa

Siamo tutti invitati ad accogliere con la giusta predisposizione d’animo i tanti spunti di riflessione offerti da Terra d’Acque, per riscoprire quanto l’Acqua sia unica, bella, portatrice di molteplici valenze, inserita negli ingranaggi della Storia, della finzione del mito e della letteratura, dell’arte, della civiltà e della società d’ogni tempo, bene essenziale per la vita di ognuno di noi e della nostra Casa Comune; in definitiva, per innamorarci nuovamente di nostra sora Acqua, adottando conseguenti misure di rispetto e protezione nei suoi confronti.

Commenta