Si intitola “Distanze“, il nuovo album di Lello Petrarca in cui il musicista mette in mostra tutta la sua versatilità stilistica e strumentale. Sei tracce in cui si spazia dal rock al pop, dal fusion al jazz e al blues.    

            

Il titolo del disco, disponibile in versione digitale, rimanda al periodo storico che oggi proviamo a lasciarci alle spalle, da Petrarca definito “ispiratore“: i brani, composti durante il lockdown, invitano a ricominciare con entusiasmo ritrovato, facendo comunque tesoro dell’esperienza vissuta in epoca pandemica.

“Distanze”, un progetto Ultra Sound Records (direttore artistico Stefano Bertolotti) è disponibile su tutte le piattaforme digitali (Spotify, iTunes, Amazon, Apple Music).
L’album si pone a suggello del web-project lanciato da Petrarca intitolato ‘One Man One Band’: sei video in cui il musicista suona otto strumenti musicali diversi (batteria, basso elettrico, chitarra acustica, chitarra elettrica, tromba, pianoforte, synth, tastiera elettronica). E, a sorpresa, Petrarca, stimato musicista e compositore, si cimenta per la prima volta nel canto nel brano che dà il titolo all’album, che è appunto “Distanze”.

La tracklist è così composta: “Positive Force“; “Fantastic Travel“; “Un Pensiero“; (dedicato alle vittime del Covid), “So What” (rielaborazione di un famosissimo brano di Miles Davis qui riproposto in un inedito mood elettronico); “Distanze“, “Mysterious Theme“.


Tutti i video sono disponibili sul sito dell’artista (http://www.lellopetrarca.com/), sui suoi canali social (Facebook, Instagram e Twitter) e sul canale YouTube di Petrarca.
“Distanze” ha visto la collaborazione del videomaker Pietro Paolo Falco, in arte ‘Rozzo Aristocratico‘ per le riprese video, e del sound engineer Leandro Ferraiuolo.    


Segui su
:     
facebook.com/LelloPetrarcaOfficial       
instagram.com/lello_petrarca/     
twitter.com/LelloPetrarca  


LELLO PETRARCA

Pianista, compositore, polistrumentista ed arrangiatore, Lello Petrarca ha collaborato con artisti tra i quali Fabrizio BossoDaniele SepeNino BuonocoreStefano Di BattistaMarkus StockhausenMartux_mGianluigi TrovesiMaurizio GiammarcoGabriele Mirabassi e tanti altri. Su invito di Tullio De Piscopo ha suonato nel 2009 al Sorrento Jazz. Tra i tanti festival nei quali ha suonato ricordiamo il Nick La Rocca Jazz Festival, l’Atina Jazz Festival, il Napoli Jazz Festival 2011, con Trovesi e Stockhausen, il Luglio Jazz Festival nel 2015 e 2016 del Centro Campania di Caserta, rispettivamente in apertura dei concerti di Al Jarreau e di Richard Bona. A inizio 2016 ha pubblicato il disco “Musical Stories” per la nota etichetta discografica pugliese Dodicilune, accolto con grande interesse dalla stampa. A dicembre dello stesso anno è stato protagonista, insieme a Pericle Odierna (fiati) e Enrico Del Gaudio (batteria), della prima di Intuitus, un concerto conferenza con la prestigiosa presenza del professor Piergiorgio Odifreddi. Nel 2018 ha pubblicato il disco “REFLECTIONS ” ritenuto dalla stampa tra i 100 migliori album di Jazz del 2018. Nell’ottobre del 2018 ha tenuto un tour di concerti in Bulgaria su invito dell’Ambasciatore d’Italia a Sofia. Nel 2019 ha pubblicato il disco “International Songs” realizzato in piano solo e dedicato alla canzone internazionale. Grande successo ha riscosso lo scorso 10 agosto 2020 la sua performance all’Arena Spartacus Festival all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, dove Petrarca ha reinterpretato i più celebri brani del Maestro Ennio Morricone nella serata-evento ‘La Notte delle Stelle’.

Commenta