Al via il contest, promosso dall’ATI Macellum, in collaborazione con ADI – Associazione per il Disegno Industriale – delegazione Campania, rivolto a progettisti, architetti, ingegneri, designer e studenti. Al vincitore, proclamato il 5 dicembre, andranno 1.000 euro

Accattivante, innovativo, autentico ed ecosostenibile. Sono le principali caratteristiche, che dovrà possedere il nuovo souvenir del Macellum di Pozzuoli (Napoli), sito archeologico risalente al I secolo d.C., conosciuto anche come Tempio di Serapide, per il quale è stato appena indetto un contest aperto a progettisti, architetti, ingegneri, designer e studenti.

Promosso dall’ATI Macellum, in collaborazione con ADI – Associazione per il Disegno Industriale – delegazione Campania, il bando è finalizzato all’ideazione di un souvenir che integri artigianato e creatività, passato, identità e tradizione.

Per partecipare al concorso, che rientra tra le iniziative volte alla valorizzazione del monumento puteolano dall’enorme valore archeologico, storico e iconografico, ma anche scientifico, visto che per secoli è stato il misuratore del bradisismo, il lento sollevamento e abbassamento del suolo, che caratterizza l’area flegrea, c’è tempo fino al 20 novembre 2021 (qui il link per scaricare il bando e il modulo per partecipare https://bit.ly/bando-adi).

Si può aderire, sia singolarmente che in gruppo, con l’invio di massimo due progetti, in entrambi i casi. Il souvenir potrà contemplare varie tecniche di realizzazione e l’impiego di diversi materiali (metallo, ceramica, legno, materie plastiche, carta) e dovrà essere adatto a una riproduzione in serie per rispondere a un costo di mercato accessibile a un largo pubblico.

I lavori pervenuti saranno giudicati, in forma anonima, da una commissione composta da esperti, professionisti e docenti appartenenti all’ATI Macellum (costituita dalla società La Terra dei Miti srl, dalle associazioni culturali Amartea e Aporema onlus e dalla società Graficamente srl, assegnataria della gestione del Macellum), ad ADI Campania e al Parco archeologico dei Campi Flegrei.

Il concorso prevede una graduatoria di merito e l’attribuzione di un premio di 1.000 euro al primo classificato.

Previste per il 5 dicembre alla Mostra d’Oltremare di Napoli, nell’ambito dell’evento Arkeda, dedicato all’architettura e al design, sia la proclamazione che la premiazione del vincitore oltre ad un’esposizione di tutti i progetti partecipanti.

Il direttore del Parco archeologico dei Campi Flegrei, Fabio Pagano: “Nella strategia del Parco che stiamo portando avanti un ruolo centrale è assegnato all’attivazione della creatività contemporanea per stabilire nuove forme di relazione con i luoghi del nostro patrimonio. Il Macellum di Pozzuoli è storicamente luogo di incontro e da qualche mese è tornato ad essere visitato e vissuto. Vogliamo portare sempre più persone e idee a popolare quell’antica piazza per farla rivivere come luogo d’incontro contemporaneo. Ai giovani creativi lanciamo la sfida di riassumere tutto questo in un oggetto che sia al tempo stesso la memoria personale dell’esperienza di visita e il segno di un nuovo modo di pensare il patrimonio culturale.”

Commenta