Cipolla di Vatolla: si chiude sabato 24 e domenica 25 il lungo evento dedicato agli archetipi del Cilento Antico e all’impareggiabile gusto della cipolla locale.

Ultima occasione per assaggiare i prelibati manicaretti proposti nel percorso di degustazione della sesta edizione della Festa della Cipolla di Vatolla, che si chiuderà il 24 e il 25 agosto. Dopo la lunga cavalcata estiva, cominciata nel mese di luglio, giunge così al suo ultimo appuntamento, per quest’anno, uno degli eventi più attesi della stagione cilentana, dove gusto e cultura si sono fusi per offrire ai visitatori un’esperienza unica e indimenticabile. E sono numerosissimi coloro i quali hanno già scelto, in occasione dei quattro appuntamenti precedenti, di visitare l’incantevole Borgo Antico di Vatolla, frazione del Comune di Perdifumo, in provincia di Salerno, per partecipare alla kermesse dove è stato possibile assistere ad happening teatrali, incontri culturali, presentazioni di libri, immergersi in percorsi alla scoperta della storia dell’arte, ma soprattutto sperimentare gli indimenticabili sapori dei piatti preparati dalle locali massaie. Tagliolini con cipolla caramellata, ravioli alla genovese, spezzatino alla cipolla e hamburger con cipolla, frittelle di cipolla, frittate di cipolla, pizza fritta con cipolla, polpette con cipolla, parmigiana di cipolla, sono solo alcune delle pietanze che potranno essere assaggiate lungo il percorso, accompagnate dagli squisiti “Dolci della Zita”, una selezione di dolci tradizionali cilentani e dall’immancabile ottimo vino.

A rendere ancora più piacevole le due serata sarà, il 24 agosto, la musica dei Kiepò, dei Sunaria e di Domenico Monaco, Cantastorie del Cilento, mentre il 25 agosto, saranno, di scena i Picarielli e i Tammore assieme alla divertente presenza del mago Frisco. E sempre in tema di musiche e balli cilentano sarà possibile partecipare, domenica 25 agosto, al Laboratorio Danze Popolari del Sud Italia a cura di Emma Mutalipassi che si terrà, a partire dalle ore 19,30, presso l’Area Polifunzionale in Via Roma. Per finire,presso la Corte del Castello de Vargas Machuca, due incontri culturali di grande spessore arricchiranno l’ultimo weekend della sesta edizione della Festa della Cipolla di Vatolla. Sabato 24 agosto si terrà l’incontro dal titolo “Biodiversità e paesaggio: il cavolo e il fagiolo nero del Cilento”, a cura di Giovanni Sgroi – Università degli Studi di Napoli Federico Il, che racconterà le caratteristiche di questi due prodotti tipici e la loro relazione con la terra in cui hanno origine. Domenica 25 agosto sarà la volta di “La dieta mediterranea: come mangiano gli italiani oggi” a cura di Renata Bracale, Università degli Studi del Molise, che racconterà di un suo recente studio, in fase di pubblicazione, dedicato a come gli italiani mangiano e come vanno distaccandosi dai valori propri della Dieta Mediterranea. Valori che, proprio la Festa della Cipolla di Vatolla intende tutelare, preservare e diffondere. Un obiettivo senz’altro raggiunto, come testimoniano le migliaia di presenze nel borgo cilentano nel corso degli appuntamenti precedenti.

Un risultato che sarà di certo eguagliato dall’ultimo weekend dell’evento. La Festa della Cipolla di Vatolla è organizzata dall’Associazione Cipolla di Vatolla, unitamente al Comune di Perdifumo e ad altre realtà associative attive sul territorio, con il Patrocinio della Fondazione Giambattista Vico, che ospita gli eventi culturali, l’apporto del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, e con il prezioso contributo della famiglia de Vargas Machuca e della Società Scabec della Regione Campania.

 

 

Per scoprire il programma completo: www.cipolladivatolla.com

 

 

 

 

 

Commenta