14 Luglio, giardini di Casa Tolentino, open alle 19:30 e start alle 20:45. Dominic Miller a Napoli per suonare, in acustico, il suo ultimo lavoro, ‘Absinthe’: è il miracolo di Nu’Tracks.

Ad esser scontato, è scontato, ma lasciatemelo dire: Annunciazione…!

Dominic Miller, artista di fama internazionale conosciuto per la sua tecnica (resa al servizio di innumerevoli ed incredibili mostri sacri, tra Tina Turner, Phil Collins, e ovviamente Sting, con cui si è intrattenuta la collaborazione più duratura – e iconica – da quel lontano The Soul Cages del 1991 ad oggi) ma anche per il suo estro creativo impiegato nei suoi ricchissimi album da solista, sarà a Napoli la sera del 14 Luglio, nei giardini della Casa Tolentino, per proporre il suo ultimo lavoro, Absinthe, in una sfera intimistica e trasportante data dal set in acustico.

Una notizia che già di per sé incamera gioia e una vitalità riscoperta in questo restart che la Campania (così come l’Italia tutta) sta finalmente avendo su un piano culturale e artistico, ma che trova ancor più fascino e unicità nel momento in cui si sottolinea che la data evento dell’incredibile chitarrista argentino è frutto del lavoro, e del miracolo, di un collettivo tutto nostrano: i Nu’Tracks.

I Nu’Tracks costituiscono un’associazione che, sotto la guida di Anna Evangelista e Stefano Scopino, porta avanti obiettivi importanti come la commistione culturale e artistica, senza barriere di alcun tipo, tra artisti italiani o internazionali che siano, il tutto coadiuvato da un costante legame tra l’arte e la riscoperta della storia nei luoghi più belli che questa terra ha da offrirci. Nei loro intenti, nelle loro azioni c’è voglia di novità, di futuro, di scoperta e creazione di nuove vie d’arte, di scambio culturale, di nuove vie etiche e d’accrescimento umano. C’è tutto quello che, mi verrebbe da dire, può concretizzarsi e trovare il suo culmine in un Dominic Miller con chitarra tra le braccia.

Noi di Terre di Campania, però, abbiamo preferito che fossero i ragazzi di Nu’Tracks, nella persona di Anna Evangelista, a dirci che peso ha questo evento su di loro e sull’arte in tutta la Campania, e in che modo Miller sia la sintesi perfetta del loro impegno come associazione.

Queste le sue parole, che vi riportiamo con piacere: “ospitare un artista di calibro internazionale quale Dominic Miller è per noi un sogno che si realizza nonché un momento molto importante per la nostra crescita professionale. Essendo la nostra mission quella di accendere dei riflettori sull’incontro tra musica, storia ed arte, ospitare Dominic Miller nel monastero seicentesco di San Nicola da Tolentino, oggi Casa Tolentino, come unica data del Sud Italia, rappresenta un chiaro segno di rivalsa per noi giovani organizzatori e per Napoli, città esclusa dai tour estivi dei principali artisti nazionali ed Internazionali da ormai 2 anni. Questo concerto è per noi motivo di orgoglio e stimolo a non smettere mai di sognare, a puntare sempre più in alto nonostante tutte le difficoltà legate al nostro presente.”

A questo punto, non mi dilungo ulteriormente, ma mi limito a ribadire – anche con una certa partecipazione all’entusiasmo della notizia – la portata notevole dell’evento, e quanto di bello esso rappresenti. Come ultime informazioni, aggiungo che i biglietti sono attualmente disponibili ed è tutto consultabile tramite le pagine social di Nu’Tracks, e che l’evento è previsto per le 20:45, ma l’accesso alla Casa Tolentino sarà concesso già alle 19.30.

Concludo con sinceri complimenti rivolti all’associazione che ha permesso tutto questo, e con l’augurio che Napoli, e la Campania tutta, possano sempre godere di note musicali che le facciano risplendere come meritano.

Commenta