‘Da fenesta a fenesta’, appuntamento in Piazza Orologio giovedì 29 agosto alle ore 21.00. uno scorcio sulla Castellammare di inizio ‘900, una narrazione scandita dalle parole e dalle melodie di Raffaele Viviani.

Tutto pronto per “Da fenesta a fenesta”, lo spettacolo che andrà in scena, con la regia di Piero Pepe e la partecipazione straordinaria di Anna Spagnuolo e degli Incanto Quartet, giovedì 29 agosto alle ore 21.00 in Piazza Cristoforo Colombo di Castellammare di Stabia, la celebre piazza Orologio.
La rappresentazione, allestita dall’Ente Parco Regionale dei Monti Lattari in collaborazione con la Regione Campania, Scabec – Società Campana Beni Culturali, il Comune di Castellammare di Stabia e Vocazioni Creative, è uno scorcio sulla Castellammare di inizio XX secolo, una narrazione scandita dalle parole e dalle melodie di Raffaele Viviani, avvalendosi anche dell’arte di Salvatore Di Giacomo, Eduardo De Filippo e Totò, un vero e proprio carosello napoletano con musiche della tradizione e piéces teatrali.

„Puparuole e aulive. | Magnateve ‘o cocco! Magnateve o cocco! | Rrobba vecchia! | Pallune p’ ‘allesse! Pallune p’ ‘allesse! | ‘E mellune chine ‘e fuoco! | Na bona marenna! Na bona marenna! | Cotogne! | Gelati! Gelati! Gelati! Gelati! | Concia tielle! | ‘A pizza cu ‘alice! ‘A pizza cu ‘alice! | Furno ‘e campagna! | ‘E lazze p’ ‘e scarpe! ‘E lazze p’ ‘e scarpe! | D’ ‘o ciardino tutte secche! | ‘A capa d’ ‘o purpo! ‘A capa d’ ‘o purpo! | ‘O Roma! | Chella bella mamma d’ ‘o Carmene v’ ‘o ppava! Nun m’ ‘o ppozzo fatica’!“  (Raffaele Viviani, A Rumba d’ ‘e scugnizze)

Piazza Orologio, Castellammare di Stabia


Piazza Orologio diverrà quindi un teatro a cielo aperto dove al suo interno i balconi, i bar, i negozi e i suoi abitanti saranno sinonimo di un confine tra esistenza pubblica e privata, grazie alle esibizioni di oltre 30 artisti tra cantanti, attori, orchestrali, ballerini e figuranti per realizzare un affascinante salto nel Storia.
La rassegna acquisisce un prestigio ancor più rilevante grazie alla sua location, ovvero il centro antico, area posta a pochi metri dalla residenza che ha visto i natali di Viviani. Frammenti di storia che prendono nuovamente vita nei vicoli e nelle piazze del quartiere storico di Castellammare.

“Dopo i recenti episodi che hanno coinvolto l’area antistante a Piazza Orologio, rispondiamo alla malavita con la cultura – asserisce Tristano Dello Ioio, presidente dell’Ente Parco Regionale dei Monti Lattari” – Lo spettacolo “Da fenesta a fenesta” rientra nei progetti di valorizzazione culturale del territorio che abbiamo deciso di portare nel centro storico di Castellammare, culla di cultura e tradizioni, con l’importante aiuto della Regione Campania, di Scabec e dell’amministrazione comunale. La cultura è il miglior investimento che si possa fare per far rinascere i nostri territori”.

Un pensiero riguardo “‘Da fenesta a fenesta’, teatro dai balconi del centro storico di Castellammare di Stabia

Commenta