Ethnos Gener/Azioni, la terza edizione del concorso per giovani artisti under 35, promosso dal festival Ethnos e dal Comune di San Giorgio a Cremano. Fino al 15 giugno è possibile iscriversi alle 4 sezioni: musica, teatro, danza e cinema

Musicateatrodanza e cinema. Sono le 4 sezioni di Ethnos Gener/Azioni, concorso rivolto ad artisti under 35 promosso e organizzato da La Bazzarra  in collaborazione con il Comune di San Giorgio a Cremano.

Giunto alla terza edizione, Gener/Azioni offre l’opportunità di esibirsi su un palco prestigioso e riconosciuto come quello della XXVI edizione del festival Ethnos (3-26 settembre 2021), a giovani artisti, gruppi e compagnie che legano la propria creatività e i loro progetti a tematiche improntate o sul dialogo tra le culture, sulla sperimentazione e sulla contaminazione, oppure su lavori artistici che rileggono in chiave contemporanea ed originale il mondo delle tradizioni popolari.

Il concorso offre la possibilità di vincere anche un premio di €500,00 per promuovere la propria attività artistica. Una vera e propria chiamata alle arti per musicisti, attori, danzatori, registi e creativi che intendono mettersi in gioco in un periodo di grosse difficoltà per il settore dello spettacolo e della musica dal vivo.

Per partecipare basterà andare online sul sito www.festivalethnos.it e compilare l’apposito form d’iscrizione entro e non oltre il 15 giugno 2021.

Sono ammessi a Ethnos Gener/Azioni artisti in solo o in gruppo, per la musica, singoli artisti o compagnie per il teatro e la danza, progetti filmici di cortometraggi e docufilm anche di più registi e autori per il cinema.

Un’apposita commissione artistica, formata dalla direzione artistica del festival Ethnos e da giornalisti ed esperti di settore, visionerà il materiale pervenuto e selezionerà fino ad un massimo di 10 proposte per la sezione musica e 5 proposte per le sezioni di teatro, danza e cinema, che prenderanno parte alla fase live del concorso.

«Ciò che la creatività contemporanea di artisti emergenti può darci è forma e sostanza preziosa» sottolinea di direttore artistico del festival Ethnos, Gigi Di Luca.  «Lo è ancora di più se chiediamo ai giovani, attraverso questo bando dedicato a loro, come sezione specifica di Ethnos, di confrontarsi con le identità che in un continuo mutare creano nuove società. Di rileggere la tradizione affinché possa sempre più essere moderna ed attuale. Allora ben venga per il terzo anno Ethnos GenerAzioni che con i linguaggi della musica, del teatro, del cinema e della danza può raccontare il tempo presente, il tempo della rinascita per una grande festa degli incontri e del “contagio” culturale».

 

 

Commenta