Sabato 12  e domenica 13 giugno: Simona Boo con Marco Gesualdi e Guido Russo e i PS3 di Pietro Santangelo sono i protagonisti del secondo week-end live di FoquSound

Continuano gli appuntamenti della rassegna live FoquSound presso Foqus – Fondazione Quartieri Spagnoli presso la Corte dell’Arte. Il terzo appuntamento dal vivo è con la suadente, e a tratti aggressiva, voce di Simona Boo affiancata dal chitarrista Marco Gesualdi e dal bassista Guido Russo. Mentre il quarto appuntamento live è dalle sonorità jazz grazie al trio capitanato da Pietro Santangelo al sassofono e Vincenzo Lamagna al contrabasso e Salvatore Rainone alle percussioni.

Sabato 12 Giugno inizio ore 19.30 ingresso su prenotazione-aperitivo da euro 10 e 17. 

Marco Gesualdi chitarrista-compositore napoletan, è fondatore dei Sei Sei Sei (666), la band protagonista della scena new wave napoletana degli anni ’80. Simona Boo, voce suadente e comunicativa che spazia fra il jazz e il mondo latin e front woman della 99 Posse. Il duo ancora una volta insieme per uno live caratterizzato dalla world music cantautorale. La loro collaborazione si sviluppa grazie all’amore comune per la musica del Brasile e la Canzone d’autore jazzata. Simona ha interpretato due brani nel disco “Now” Naples Open World pubblicato Marco Gesualdi edito da Rai.Com, un lavoro che vede Napoli al centro del Mondo Musicale. Un viaggio intenso, colorato e ricco di forti emozioni che i due trasportano dal vivo in un turbinio di atmosfere eleganti. Il duo, che torna ad esibirsi a Foqusound, sarà accompagnato dal basso di Guido Russo.



Domenica 13 Giugno con inizio ore 19.30 ingresso su prenotazione-aperitivo da euro 10 e 17.

Il repertorio del trio PS3 spazia tra composizioni originali di Santangelo e brani di estrazione jazzistica, sempre nel solco della musica etnica sia afroamericana che mediterranea ed esteuropea. Sono evidenti echi di compositori come John Zorn, John Coltrane, Yusef Lateef, Charles Lloyd. L’adorazione totale per Frank Zappa spinge la direzione del trio verso un marcato eclettismo. Santangelo con il monike PS5 ha da poco pubblicato un nuovo album dal titolo Unconscious Collective per la rinomata label Hyperjazz records e si presenta dal vivo nella sua città in compagnia dei sodali Vincenzo Lamagna al contrabasso e Salvatore Rainone alle percussioni.
Sassofonista e compositore Santangelo ha all’attivo cinque dischi con gli Slivovitz e un disco solista con il trio PS3. Stabile collaboratore del Crossroads Improring è interessato e presente nella scena italiana dell’improvvisazione radicale (Franco Ferguson, Elio Martusciello ed Officina Arti Soniche, Collettivo NISE).
Polistrumentista da sempre, ha collaborato, tra gli altri, con Enzo Avitabile, Giovanni Imparato, Marzouk Mejri, Dennis Bovell, Daniele Sepe, Marcello Colasurdo, Marco Messina (ELEM 99Posse), Ludovica Manzo, Rod Taylor, Salvatore Tranchini, Agostino Mennella, Lisa Mezzacappa, Mimmo Langella, Marco Zurzolo, Jenny Sorrenti. Come turnista è presente in numerosi progetti autoriali di musica leggera napoletana.

Commenta