Tam Tam Digifest: 15esima edizione presenta: Donne di Frontiera Pelle di tigre (The Tiger’sCoat) – diretta su Facebook. Presso PAT – Palazzo delle Arti e Teatro di Caserta l’8 marzo ore 18:00

Il Tam Tam Digifest si ribella al “corona virus” e continua le attività in modalità on line. Un gesto simbolico e sperimentale per affermare che il cinema nell’era del digitale può sconfiggere la paura senza mettere in pericolo la sicurezza dei suoi appassionati. D’altra parte “il cinema fuori dai cinema” è esattamente uno dei campi d’indagine che il Tam Tam Digifest vuole esplorare fin dal suo nascere.

Perciò in ottemperanza al Cdpm del 4 marzo 2020 che contiene nuove disposizioni relative agli accessi in spazi chiusi e affollati, sarà possibile visionare il film scelto attraverso la diretta dalla pagina Facebook del Tam tam Digifest, sempre domenica 8 marzo a partire dalle ore 18 (https://www.facebook.com/tamtamdigifest/).

“Donne di frontiera – rivoluzioni al femminile” è il tema della 15a edizione del TamTamDigiFest, la rassegna dedicata alle innovazioni digitali nel racconto audiovisivo.Domenica 8 marzo, alle ore 18, al PAT – Palazzo delle Arti e Teatro di Caserta si terrà il terzo appuntamento dell’iniziativa dedicata a Tina Modotti, con la proiezione di Pelle di tigre (The Tiger’sCoat), film statunitense del 1920, diretto da RoyClements. Tina Modotti, attrice, fotografa e attivista italiana è la protagonista del film.

Un facoltoso uomo d’affari scopre che la fidanzata, che lui ha sempre pensato fosse scozzese, è invece messicana. Il fidanzamento viene rotto e la ragazza se ne va via dalla città. Tempo dopo, al suo ritorno, lui si rende conto che lei è la donna della sua vita.

Tina Modotti è considerata una delle più grandi fotografe dell’inizio del XX secolo, nonché una figura importante e controversa del comunismo e della fotografia mondiale.[5] Opere della produzione fotografica della Modotti sono conservate nei più importanti istituti e musei del mondo, fra i quali l’International Museum of Photography and Film at George Eastman House di Rochester (New York), il più antico museo del mondo dedicato alla fotografia e la Biblioteca del Congresso (Library of Congress), la biblioteca nazionale degli Stati Uniti a Washington.

Il festival è realizzato dalla cooperativa TamTam in collaborazione con le associazioni GEA, Articolo 21 con il contributo dell’Assessorato Turismo e Spettacolo della Regione Campania. webmaster: Roberto Tupone – Linux Club Italia.

Commenta