Lunedì 21 febbraio 2022, Teatro Comunale di Caserta: La Scena Successiva. Al via il progetto di formazione e perfezionamento teatrale che si svolgerà tra il Teatro Comunale di Caserta, il Teatro Nuovo di Napoli e la Fondazione De Filippo

Prenderà il via lunedì 21 febbraio 2022 la prima edizione de La Scena Successiva, un progetto di formazione e perfezionamento teatrale che avrà la sua sede prevalente al Teatro Comunale di Caserta, ma strettamente collegato con la città di Napoli.

Il progetto nasce per iniziativa del Teatro Pubblico Campano in collaborazione con il Comune di Caserta, offrendo nuove opportunità a giovani artisti in cerca di percorsi per affinare le proprie abilità e strutturare professionalmente la propria vocazione.

La direzione del progetto è affidata al regista Claudio Di Palma, ed è rivolto a quindici giovani attrici e attori di età compresa tra i 18 ed i 27 anni, selezionati sulla base di candidature e audizioni.

La Scena Successiva è un’esperienza di scuola-laboratorio teatrale, un percorso di formazione e verifica della durata di quattro mesi, con una successione di stage intensivi, durante i quali si alterneranno pratiche di scena e masterclass, più specificatamente teoriche. Il percorso di lavoro si svolgerà tra il Teatro Comunale di Caserta, il Teatro Nuovo di Napoli e la sede della Fondazione De Filippo, che ospiterà le masterclass della “Monografia De Filippo”.

La prima edizione de La Scena Successiva svilupperà il tema della tradizione scenica napoletana (linee di continuità e tradimenti). Il lavoro intende esplorare e verificare direttamente le derivazioni e le deviazioni possibili che la storica, ininterrotta e sempre rigenerata scena teatrale napoletana ha proposto e ancora suggerisce.

L’intero laboratorio è seguito da un drammaturgo che, traducendo in scrittura teatrale l’esperienza creativa, ricompone il lavoro svolto dalla classe. Il testo diventerà anche l’evento rappresentativo di fine percorso.

Il laboratorio si articolerà in due percorsi: Pratiche Di Scena (Docenze permanenti) e Masterclass. Le Docenze permanenti, a cura di Claudio Di Palma, Paolo Coletta, Maurizio Azzurro, Anna Redi, Fabio Pisano, riguarderanno l’esplorazione teorica e le pratiche di scena relative all’ampio repertorio drammaturgico napoletano. Un percorso di perfezionamento che attraverserà necessariamente le fondamentali facoltà creative di ogni allievo. Ricerca e studio di linguaggi ed espressività per la progressiva e collettiva costruzione di una messa in scena.

Nell’articolazione d’incontri e brevissimi stage con artisti prestigiosi, non tutti necessariamente di provenienza teatrale, si profila la dinamica ed il senso formativo delle Masterclass. Distinte per angolazioni e obiettivi, ma naturalmente relate fra loro da logiche e pratiche creative, sigleranno l’eccezionalità di un percorso parallelo ed integrato alle docenze permanenti. Particolare importanza rivestirà, in questo senso, la sezione monografica dedicata all’arte di Eduardo e dei De Filippo.

Le masterclass saranno tenute da Mimmo Borrelli, Lucia Calamaro, Ruggero Cappuccio, Davide Iodice, Eduardo Cicelyn, Mimmo Paladino, Valeria Parrella, Francesco Di Leva, Imma Villa, Angela Pagano, Mariano Rigillo, Roberto Ando’, Isa Danieli, Gianfelice Imparato, Carolina Rosi, Sergio Rubini, Lino Musella, Nicola Piovani, Pasquale Scialò.

 

Commenta