Tittipasticci presenta: la ricetta della Torta Caprese. Dagli errori nascono grandi capolavori!

Oggi viaggiamo per mare fino a Capri, una delle isole più famose al mondo. Uno scrigno di storia e bellezza nel Golfo di Napoli. Si presume che un tempo fosse collegata alla terra ferma e oggi, grazie alla sua conformazione calcarea, presenta numerose grotte. La Grotta Azzurra è sicuramente da visitare, e non possono mancare i Faraglioni, la Villa San Michele e le rovine di Villa Jovis (palazzo imperiale romano). Migliaia sono i visitatori che ogni anno traghettano su quest’isola.

La torta caprese nasce negli anni venti sull’isola, da un errore del pasticciere Carmine di Fiore, che si dimenticò di mettere la farina nell’impasto di una torta al cioccolato. Questa torta, nata per sbaglio, ebbe un grande successo diventando col tempo famosa in tutto il mondo. Croccante fuori e morbida dentro, sono queste le caratteristiche principali per ottenere un capolavoro.

La ricetta: Torta caprese

150 g di cioccolato fondente

200 g di mandorle

200 g di zucchero

5 uova

200 g di burro

25 g di cacao amaro

zucchero a velo

Procedimento

Tritare le mandorle e il cioccolato. In due ciotole, separare i tuorli dagli albumi, montare a neve quest’ultimi. In una pentola, versare il burro, il cioccolato e lo zucchero e sciogliere a fuoco dolce. Versare il composto in una ciotola, aggiungere le mandorle e il cacao amaro, e i tuorli d’uovo, infine incorporare gli albumi montati a neve, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Imburrare la terrina di 24 cm di diametro e spolverare cacao amaro, e versare il composto. Cuocere a forno statico a 160 gradi per 40 minuti. Sfornare e capovolgere la torta sul piatto di portata, far intiepidire e spolverarla con abbondante zucchero a velo. Noi consigliamo di servirla tiepida, si possono assaporare tutti gli aromi e sapori.

Commenta