Domenica 7 maggio 2017 musei gratis a Napoli e in Campania ecco la lista dei principali luoghi da visitare

Domenica 7 maggio 2017, la prima domenica del mese, vedrà l’apertura gratuita di tutti i monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali statali di tutta Italia, voluta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Vi proponiamo l’elenco dei musei visitabili a Napoli e in Campania. Come già ricordato in un nostro precedente articolo vi invitiamo a visitare il Museo di Capodimonte al fine di ammirare una splendida mostra su Picasso, e in più, se fosse possibile, di fare un salto a Palazzo Reale per un’altra mostra, questa volta sul personaggio principe, e il caso di dirlo, del Maggio dei Monumenti, ovvero Totò.

A Napoli nel corso della stessa giornata sarà possibile l’ingresso gratuito nello splendido Palazzo Stigliano Zevallos in via Toledo, sede delle gallerie d’Italia di Intesa San Paolo. Da segnalare la splendida mostra che ospita due capolavori di Andy Warhol.  Palazzo Zevallos rappresenta un vero e proprio museo cittadino che ospita oltre 120 importanti opere, con tanti capolavori riguardanti la città di Napoli dal XVII secolo sino ai primi anni del Novecento.

Spiccano fra le opere esposte … “Giuditta decapita Oloferne“, derivazione attribuita al fiammingo Louis Finson da un perduto originale ancora del Merisi, “Sansone e Dalila” di Artemisia Gentileschi, tre scene bibliche di Bernardo Cavallino, l’”Adorazione dei Magi” del Maestro degli Annunci ai pastori, “Tobia ridona la vista al padre” di Hendrik De Somer, il “San Giorgio” di Francesco Guarini, il “Ratto di Elena” di Luca Giordano, “Agar nel deserto” di Francesco Solimena e due celebri opere di Gaspare Traversi, “La lettera segreta” e “Il concerto“.

Fiore all’occhiello l’ultimo grande quadro dipinto da Caravaggio prima di morire, il Martirio di sant’Orsola (ora in prestito). In più la Scuola di Posillipo e il vedutismo moderno, ovvero Anton Smink Pitloo, Giacinto Gigante, Gabriele Smargiassi, Salvatore Fergola, Nicola Palizzi, Domenico Morelli, Federico Rossano, Edoardo Dalbono, Edoardo Franceschini, Gioacchino Toma, Francesco Mancini, Vincenzo Migliaro.

Le opere di Vincenzo Gemito infine formano un insieme di altissima qualità, uno dei nuclei più importanti del grande artista. Si tratta di terrecotte, bronzi e disegni che, dagli anni Settanta dell’Ottocento agli anni Venti del secolo successivo, documentano la sua straordinaria parabola artistica: un percorso intrecciato con il dramma personale di un’esistenza minata da profondi squilibri psichici, che comportarono lunghe interruzioni dell’attività creativa.

Visita guidata gratuita al Pio Monte della Misericordia

Il Pio Monte della Misericordia offre un ingresso di soli € 5 con una Visita Guidata Gratuita.. L’Itinerario della visita è il seguente: La Chiesa con la lettura del capolavoro del Caravaggio “Le Sette Opere della Misericordia”, e di altri importanti autori come Luca Giordano, Fabrizio Santafede, Giovan Bernardo Azzolino, Jusepe de Ribera, Andrea Vaccaro, e la Quadreria con Francesco De Mura, Cesare Fracanzano, Van Somer e altri, ci permetteranno di conoscere alcuni importanti aspetti delle attività del Pio Monte dal 1600 a oggi. Appuntamento Ore 10.30 in biglietteria La visita verrà effettuata con almeno 15 partecipanti Prenotazione obbligatoria (posti limitati) e informazioni 081.446944/73 

Anche questa domenica limitazioni per gli Scavi di Pompei

Limitazioni in vista per gli scavi di Pompei, provvedimenti per disciplinare il flusso di visitatori e frenare una eccessiva presenza simultanea di turisti. L’accesso al sito sempre gratuito avverrà nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 9,00 alle ore 12.30 e dalle 14,30 in poi. Se si raggiungeranno in mattinata i 15.000 visitatori la Soprintendenza, per scongiurare un eccessivo sovraffollamento all’interno del sito, potrebbe chiudere l’accesso al sito. Gli scavi saranno comunque riaperti in pomeriggio. Poi per garantire la più ampia offerta di visita, compatibilmente con la disponibilità degli addetti alla vigilanza, sarà strutturato e comunicato un programma di visita alternato alle domus, che consentirà, inoltre, di decongestionare i flussi nelle case più visitate e assicurarne la piena tutela. Chiedere maggiori informazioni al 081 8575 347

Parco Archeologico di Cuma

Il mio consiglio è di fare una passeggiata nella storia, nella mitologia e nella leggenda di Cuma, cogliendo l’occasione per far visita al Parco Archeologico. Gli orari di ingresso del Parco saranno dalle ore 9:00 alle ore 18:40.  L’anfiteatro, l’acropoli con i suoi templi, l’antro, la crypta, il foro, la necropoli: un centro archeologico di assoluta importanza, all’estremità occidentale dei Campi Flegrei, al di sotto e sopra una collina di lava rachitica (Acropoli), isolata nei pressi del mare, qui vi sorse nel VIII sec. a. C. grazie ad una delle più antiche comunità di coloni greche in Italia. Polo di cultura e civiltà, da cui si irradiò l’alfabeto nella Penisola, noto per il celebre Santuario della Sibilla Cumana.

Leggi l’articolo sul parco archeologico di Cuma

Cuma fu tutto tranne che anonima. Fu uno dei luoghi attraverso i quali si irradiò l’alfabeto nell’Italia antica, ospitò un culto oracolare che, nell’Eneide di Virgilio, vaticinò l’immortale destino di Roma, e fu probabilmente piazzaforte del Ducato di Napoli nell’Alto Medioevo. Ebbe monumenti straordinari e fu teatro di storie che la ricerca archeologica va progressivamente ricostruendo.

Musei statali Gratis a Napoli domenica 7  maggio 2017 

Il seguente elenco – musei gestiti dal MiBACT e alcuni Musei Civici e Privati – è stato compilato sulla base delle informazioni pervenute dalle strutture periferiche competenti. Le eventuali integrazioni e variazioni saranno pubblicate sul sito del Ministero. Prima di andare chiedere informazioni ai numeri indicati

  • Appartamento Storico Palazzo Reale– piazza Plebiscito, 1 – Telefono: 0815808111 – 081400547
  • Castel Sant’Elmo – via Tito Angelini, 22 – Telefono: 0812294401 848800288
  • Certosa di San Martino – largo San Martino, 5 – Telefono: 0039.081.2294541
  • Complesso termale di via Terracina – Via Terracina –  (su richiesta telefonica al n. 0815529002 / 3384031994)
  • Museo Archeologico Nazionale di Napoli – Piazza Museo Nazionale, 19 –Telefono: +39.081.4422149 (Punto informazioni del Museo); +39.081.4422111 (centralino)
  • Museo del Novecento – via Tito Angelini, 22 – Telefono: 0039.081.2294401
  • Museo della Ceramica Duca di Martina – via Cimarosa, 77 / via Aniello Falcone, 171 – Telefono: 0039.081.5788418
  • Museo di Capodimonte – via Miano 2 – Telefono: 0817499111 – 081749915 – 848800288
  • Museo di San Martino– largo San Martino, 5 – Telefono: 0039.081.2294541
  • Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes – Riviera di Chiaia, 200 – Telefono: 0039.081.76123560039.081.669675
  • Palazzo Reale di Napoli– Piazza del Plebiscito, 1 – Telefono: 0815808111 081 400547 biglietteria numero verde 848800288
  • Parco di Capodimonte– Via Miano, 4 – Telefono: 0817410080 0815808278
  • Parco e Tomba di Virgilio– Salita della grotta, 20 – Telefono: 081669390
  • Villa Floridiana – via Cimarosa, 77 / via Aniello Falcone, 171 – Telefono: 0039.081.5788418
  • Villa Pignatelli – Riviera di Chiaia, 200 – Telefono: 0039.081.7612356 0039.081.669675

Altri siti statali aperti in provincia di Napoli

  • Grotta Azzurra – Accesso dal mare – Anacapri
  • Museo archeologico dei Campi Flegrei – Via Castello, 39 – Bacoli
  • Parco archeologico di Baia – Via Sella di Baia, 22 – Bacoli
  • Sacello degli Augustali – Via Miseno – Bacoli
  • Teatro romano di Miseno – Via Sacello degli Augustali – Bacoli
  • Tempio c.d. di Diana – Piazzetta Alcide De Gasperi – Bacoli
  • Antiquarium nazionale di Boscoreale – Via Settetermini, 15 – Boscoreale
  • Villa Regina – Via Settetermini, 15 – Boscoreale
  • Certosa di San Giacomo – Via Certosa – Capri
  • Scavi di Stabiae – Via Passeggiata Archeologica – Castellammare di Stabia
  • Villa Romana c.d. Secondo Complesso – Loc. Varano – Castellammare di Stabia
  • Villa San Marco – Località Varano – Castellammare di Stabia
  • Villa di Arianna – Località Varano – Castellammare di Stabia
  • Scavi di Ercolano – Corso Resina, 187 – Ercolano
  • Parco archeologico di Liternum – Via Circumvallazione esterna – Giugliano in Campania(Attualmente non accessibile per motivi di sicurezza)
  • Museo archeologico di Pithecusae – Villa Arbusto – Corso Angelo Rizzoli, 210 – Lacco Ameno
  • Museo storico archeologico di Nola – Via Senatore Cocozza, 2 – Nola
  • Museo archeologico della penisola sorrentina “Georges Vallet” – Via Ripa di Cassano – Piano di Sorrento
  • Scavi di Pompei – Via Villa dei Misteri, 2 – Pompei
  • Anfiteatro Flavio – Via Nicola Terracciano, 75 – Pozzuoli
  • Tempio di Serapide – Via Serapide – Pozzuoli
  • Parco archeologico di Cuma – Via Monte di Cuma, 3 – Pozzuoli
  • Villa di Poppea-Oplontis – Via Sepolcri – Torre Annunziata

 

Commenta