Autori

Elvira Petrarca - 12 articoli

Nata nel 1997 a Caserta. Pianista a tempo pieno, scrittrice da sempre e instancabile viaggiatrice. Porta sempre con sé un'agenda e una penna per poter immortalare tutto ciò che la colpisce.

Erica Morino - 9 articoli

Nasco a Napoli nel 1981 e cresco con la passione per le arti e con una curiosità viscerale del mondo, inculcatami sin da piccola dai miei genitori. Nel 2000 mi classifico al secondo posto nella sezione narrativa per il premio città di Salerno. . Iscritta al Circolo Letterario Anastasiano, ho pubblicato per il Verso Verde una poesia dal titolo ”Residui d’Irpinia”. Ho collaborato con il giornale Dream Magazine come fotoreporter per la mostra SEVEN, svoltasi a villa Vannucchi nel 2011. Laureata in lettere moderne, insegno, con gioia e pazienza, nella scuola media.

Francesca Petrillo - 20 articoli

Studentessa universitaria, ho scelto l'Università "L'Orientale" perche' le  lingue straniere sono una delle mie piu' grandi passioni insieme alla scrittura e alla lettura.  Amo viaggiare e conoscere nuovi posti, culture e tradizioni. Mi piace scrivere di eventi culturali, musicali e teatrali che hanno luogo nel mio territorio, oltre a recensire film e libri e partecipare ad iniziative e progetti che riguardano il mondo e le passioni dei giovani come me.

Francesca Vaccaro - 3 articoli

Appassionata di antropologia culturale, amo lasciarmi affascinare dalla colorata moltitudine cangiante del panorama umano di Napoli, una città che accoglie in sé mille e una differenze. Laureata in mediazione linguistica e culturale, studio arabo e lingua amazigh. Se vi state chiedendo cosa sia, ecco questa può essere una buona occasione per scoprirlo!

Gennaro Giardullo - 3 articoli

Nasce il 12 settembre 1987 a Napoli. Il suo nome nasce da una promessa. Affascinato dalla meraviglia dell'esistenza, Gennaro interrompe gli studi accademici per intraprendere un percorso di ricerca personale attraverso l'arte: poesia, fotografia e musica sono i caratteri privilegiati di espressione spirituale. Vive nel presente senza guardare né troppo indietro, né troppo avanti.

Giuseppe Ottaiano

"Se non volete che la vostra vita scorra monotona, grigia e vuota, fate che essa sia illuminata dalla luce di una grande e nobile idea". Giuseppe Ottaiano ha fatto proprio il monito che Sandro Pertini, allora Presidente della Repubblica, nel 1978 lanciò agli italiani nel Messaggio di fine anno. La sua idea? Raccontare il bello e il buono della Campania, attraversando i territori meno noti della regione e battendo le strade meno frequentate. Seguendo la propria idea, più di cinque anni fa ha cominciato a percorrere quella che viene definita il cuore verde della Campania, l'Irpinia, scoprendo paesaggi e culture che nulla hanno da invidiare ad altre zone d'Italia. L'Irpinia, nei secoli, è stata terra di passaggio e di migrazioni di popolazioni. Terra di Mezzo, viene denominata, per significare la rete di tratturi, di strade romane e medievali su cui hanno transitato, per recarsi in Puglia, pastori transumanti ed eserciti, pellegrini e viaggiatori. Testimoni di questa plurisecolare frequentazione sono borghi e centri storici arroccati sulle colline irpine. Fino ad oggi, Giuseppe Ottaiano ha incontrato, visitato e conosciuto 89 di questi borghi. La suggestione delle antiche pietre ha condotto Ottaiano, viaggiatore per scelta e passione, a realizzare un reportage fotografico che attualmente rappresenta un patrimonio documentale della terra d'Irpinia. Creativo da sempre, amministratore dell'agenzia di comunicazione Sema, Giuseppe Ottaiano appassionato di disegno e fotografia è impegnato nella realizzazione di progetti personali e istituzionali, sempre volti alla valorizzazione del territorio. In ambito fotografico ha realizzato le seguenti esposizioni itineranti: "Immagini come appunti di viaggio - Castelli e Fortificazioni in provincia di Avellino"; "Immagini come appunti di viaggio - Irpinia, terra di sorgenti"; "Immagini come appunti di viaggio - Irpinia, terra di gusto". "Immagini come appunti di viaggio - Irpinia, terra di fede". Inoltre è autore o co-autore delle seguenti pubblicazioni: Sapori Napoletani - Rogiosi Editore; Campania un mare di foreste, Guida alle foreste demaniali della regione Campania - Assessorato Agricoltura Regione Campania; Immagini come appunti di viaggio, castelli e fortificazioni in provincia di Avellino - EPT Avellino; Irpinia, terra di Castelli - Camera di Commercio di Avellino; Coltiviamo bellezze, guida alla floricoltura in provincia di Napoli - Coldiretti Napoli. Ha fornito, inoltre, le immagini fotografiche utilizzate per la guida Itinerari-Irpinia - Touring Editore - Slow Food Editore Ha ideato il percorso museale dedicato ai castelli e alle fortificazioni in provincia di Avellino, nella Torre Normanna di Casalbore Ha ideato il Network Terre di Campania Ha partecipato, in qualità di docente-esperto relatore, a corsi di formazione sulla pubblicità, sul marketing territoriale e sull'ospitalità a convegni e incontri.

Giuseppe Pirozzi - 74 articoli

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Ilaria Limongiello - 6 articoli

Sono sempre stata orgogliosa della mia terra, ma troppo spesso ne ho sentito dire solo il peggio. Poi cresci, e decidi che vuoi fare qualcosa per cambiare le cose: scrivo per Terre di Campania, voglio far conoscere tutto il bello e il buono che c’è.

Ilaria Sebastianelli - 1 articolo

Nasce a Benevento nel 1984. Dopo aver frequentato il liceo scientifico a Guardia Sanframondi, paese di residenza, frequenta l’Università degli Studi di Salerno laureandosi in Lettere e Filologia Moderna. Vive l’esperienza dell’insegnamento a Reggio Emilia e Benevento e s’innamora di lavagne, banchi e temi scritti da studenti pieni di idee e confusione. Nel 2010 il suo sguardo incrocia quello del giornalismo. Scatta la curiosità e iniziano le prime collaborazioni con “Il Sannio Quotidiano” e “Il Mattino”. Giornalista pubblicista con il desiderio di raccontare storie di personaggi, popoli, paesaggi, monumenti e tradizioni.

Maddalena Venuso - 92 articoli

Maddalena Venuso nasce a Napoli e, sebbene viva a Marigliano, l'impronta della città natale le resta appiccicata come un francobollo. Poliedrica, fantasiosa, ricca di sfumature. Liceo Classico, Lettere Antiche, esperienza come Archeologa a Napoli e Pompei fino al 1994. Docente presso il MIUR dal 1994, insegna Italiano e Latino al Liceo Scientifico. Traduce la passione per l'archeologia in passione per il territorio, raccontando il gusto e le bellezze delle Terre di Campania e d'Italia. Giornalista indipendente, ha collaborato, fra gli altri, con ItaliaPiù, Italia a Tavola, l'Espresso Napoletano, EG NEWS. Oliovinopeperoncino. Mantiene sempre viva la curiosità per il nuovo, accogliendo con piacere ogni opportunità che ritenga valga la pena sperimentare.

Marco Scarfiglieri - 94 articoli

Storico, saggista, editor, agente letterario, giornalista pubblicista, opinionista per la trasmissione Rai Passato e Presente. Curatore e saggista di Peregrini. Cammino tra i culti, i riti e i rituali del Mezzogiorno d’Italia, edito da Santelli (2021). Redattore e responsabile dell’area culturale per il magazine online «Terre di Campania» dal 2015. Nel 2019 curatore dei contenuti per il progetto di alternanza scuola-lavoro (Associazione Terre di Campania) presso la scuola I.P.S.E.O.A. “I Cavalcanti” di Napoli, e autore della relativa lezione Campi Flegrei, appuntamento con il Mito e la Storia. Relatore nel dicembre 2018 al convegno d’apertura della rassegna Mangiatoria e Mangiatoia tenutasi nel Palazzo Aragonese di Palma Campania, durante il quale presenta Il Palazzo Aragonese di Palma Campania e la sua storia. Nel gennaio 2016 al convegno Le radici del male organizzato dall’associazione Rosa Bianca, presenta e discute in quanto relatore l’intervento Medz Yeghern. Il Genocidio Armeno. Dal 2015 al 2019 da freelance è editor e curatore dei contenuti culturali di numerosi progetti e iniziative dell’agenzia di comunicazione e marketing Sema. Cantautore, nel 2021 lancia i suoi primi singoli, Campo di Stelle e Guarigione. Con le mie parole e la mia cultura spero di dare voce all'anima candida di questa terra.